Home

Il Parco di Centocelle è un parco archeologico stupendo limitrofo ai quartieri  Quadraro, Torpignattara, Don Bosco, Lamaro, Cinecittà, Centocelle, Pigneto, Alessandrino, Romanisti che dovrebbe già esistere da anni in una forma bene diversa dall’attuale con una legge già in vigore: guarda come dovrebbe essere il Parco!


Il Comitato PAC libero è un comitato di  cittadini che chiede alle Istituzioni di rispettare i 120 ettari di verde pubblico ed in particolare:

  • preservare e proteggere la salute compiendo delle analisi accurate su aria, falde, suolo e sottosuolo
  • difendere l’integrità del Parco
  • realizzare lo spostamento urgente degli autodemolitori
  • realizzare la bonifica del P.A.C.
  • proteggere l’ambiente e l’ecosistema flora-faunistico sotto un’unica competenza amministrativa
  • salvaguardare il patrimonio archeologico e culturale
  • riqualificare il P.A.C. in termini sociali, formativi, culturali ed ambientali
  • proteggere il P.A.C. da progetti di Governance territoriale
  • rifiutare compensazioni che snaturino il P.A.C.
  • aprire in tutti i lati del parco accessi liberi al parco (municipi V, VI e VII)
  • garantire la partecipazione e il controllo popolare su tutto il processo di riqualificazione

Supporta il sito del PAC donando tramite l’app xumm:


Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle nostre iniziative.


Vi invitiamo a segnalare la vostra volontà al Comune di Roma –  Polizia Locale scrivendo “Bonifica del Parco di Centocelle con accessi liberi per i cittadini da tutti i quartieri limitrofi”, utilizzando il:
Servizio segnalazioni del Comune di Roma

Bonifica è Vita, lo dice anche il WWF

La storia dell’area di anni ne ha quasi duemila: qui sorgeva la villa imperiale Ad duas lauros, appartenuta ad Elena, madre di Costantino, una piscina termale e gli alloggiamenti per i cavalieri dell’imperatore (centum cellae), che danno il nome al quartiere.

Anche per la presenza di questi importanti resti storici – sottoposti a vincolo paesaggistico – nel 2003-2006 è stato istituito da Comune e Regione il Parco archeologico di Centocelle (126 ettari, di cui solo 33 realizzati) che, nonostante delibere, soldi spesi e stanziati, versa in uno stato di forte degrado: inquinato da rifiuti pericolosi interrati; circondato da decine di autodemolitori, che occupano un’area vincolata e destinata a verde pubblico, da anni ne è stato disposto l’allontanamento ma arrivano sempre ulteriori proroghe, il Comitato Pac libero ha diffidato Roma Capitale a non concederne più; devastato dagli incendi, soprattutto nella stagione estiva.

Questa è la Carta del Parco Archeologico di Centocelle così come è stato progettato da Roma Capitale ormai nel 2003 (vedi mappa sotto).

E’ un progetto ufficiale, frutto di un concorso internazionale di idee e ratificato anche dalla Regione Lazio ne 2006 (vedi archivio documentale).

Noi lo abbiamo trovato chiuso in un cassetto, aperto con un Accesso civico generalizzato, ora è a disposizione di tutti.

Come si può vedere è molto lontano dall’essere realizzato!

Il WWF ha ripercorso la storia e le vicessitudi dell’apposizione dei vincoli  archeologici in  questo articolo.

Il Parco Archeologico di Centocelle prefigurato con Piano Particolareggiato, riguarda 126 ettari di territorio, tutti sottoposti al vincolo di tutela “Ad duas lauros” ed è chiamato a svolgere un’importante funzione nel macrosistema delle aree verdi della città, posto com’è tra il grande Parco dell’Aniene a nord ed il Parco Regionale dell’Appia Antica e degli Acquedotti a sud, per il ruolo di parco urbano a servizio dell’intero settore orientale, nonché per le particolari caratteristiche storico-ambientali con ANTICHE VILLE DI EPOCA ROMANA, COSTRUZIONI MEDIEVALI E LA “METROPOLITANA DI MUSSOLINI”.

Questo video è tratto dalla prima ripresa cinematografica aerea mai realizzata al mondo, era il 25 aprile 1909.
Oltre al valore di storia dell’aeronautica, ha quello di documento storico delle 7 ville romane del Parco di Centocelle, oggi interrate e non visibili.
Wilbur Wright arrivò a Roma l’1 aprile del 1909, e nel giro di due settimane vennero installati, sul campo di Centocelle, il pilone e la rotaia per il lancio dell’aereo.
Il 24 aprile, alla presenza di Vittorio Emanuele III, l’aereo volò nuovamente, accogliendo a bordo un cameraman della Universal News, per quelle che furono le prime immagini mai riprese da un aereo.
Una testimonianza della  Roma imperiale, con i resti delle 7 ville romane oggi interrati e non più visibili, nell’attuale Parco di Centocelle.
La parte finale del video lascia a bocca aperta.

ECCO QUANTO CHE SUCCEDE ORA: DICIAMO BASTA!

Video di “LA 7”

 

video inchieste sul PAC

Luglio 2022, un disastro annunciato. BASTA PER FAVORE!!!
Un enorme nube tossica si sprigiona dalle esplosioni degli autodemolitori,
le abitazioni vengono evacuate. Sono ANNI CHE ALLERTIAMO nell’indifferenza delle amministraazioni: ora eccoci qui, è successo. Poteva essere una tragedia ancor più grave, ma NON LA ABBIAMO SCAMPATA ASSOLUTAMENTE: la diffusione di diossina nell’aria causata dall’incendio di Centocelle determina enormi rischi per la salute umana, essendo ben noti gli effetti cancerogeni e neurotossici di tale sostanza sul corpo umano. Lo afferma la Società Italiana di Medicina Ambientale (Sima) dopo la diffusione dei primi dati Arpa relativi al rogo, lanciando l’allarme su potenziali conseguenze per la popolazione.

11 Anni dopo lo sgombero del casilino 900, PAC bomba ambientale

Di seguito, divisa in 3 parti, l’inchiesta SHOCK di Buongiorno Regione di RAI3 sui rifiuti presenti nel Parco di Centocelle del 14/02/2020

 

 

Di seguito i 4 estratti video dell’ incontro con la rete per “Il Parco che non c’è” su La Repubblica TV: tutti uniti per il PAC. Roma, 10/5/2019

Il comitato PAC Libero assieme alle altre associazioni di cittadini portano la questione in aula al Comune di Roma.
La sera del 20/3/2019 su RA1 le parole della Sindaca in merito.

RAI3, Presa Diretta: cittadini alla riscossa (1 ottobre 2018)

Commenti sui risultati della analisi dei terreni del PAC (27 settembre 2018)

8 Agosto 2018: i rottamatori intervistati affermano che restano e resteranno ancora operativi nonostante l’annuncio in pompa magna della Raggi del 1° Luglio.

La ciclabile della Palmiro Togliatti vista da un concittadino (Luglio 2018).

Altro rogo il 21 luglio 2018 con la cenere sui balconi dell’Alessandrino e Quadraro.

Nuovo rogo Mercoledì 11 Luglio 2018

Altro rogo: Lunedì 9 Luglio 2018

Altro rogo Sabato 7 Luglio2018

Mercoledì 4 Luglio 2018, altro rogo, i pompieri non riescono ad interventire nel Parco di Centocelle per la presenza di barriere

Domenica 24 Giugno 2018 – Parco di Centocelle ennesimo rogo tossico.

Inchiesta Rai 3 autodemolitori Roma

Video de “La Repubblica”
Video di “Le Iene”
Video de “La Stampa”


Video di “LA 7”

Questo video è tratto dalla prima ripresa cinematografica aerea mai realizzata al mondo, era il 25 aprile 1909.
Oltre al valore di storia dell’aeronautica, ha quello di documento storico delle 7 ville romane del Parco di Centocelle, oggi interrate e non visibili.
Wilbur Wright arrivò a Roma l’1 aprile del 1909, e nel giro di due settimane vennero installati, sul campo di Centocelle, il pilone e la rotaia per il lancio dell’aereo.
Il 24 aprile, alla presenza di Vittorio Emanuele III, l’aereo volò nuovamente, accogliendo a bordo un cameraman della Universal News, per quelle che furono le prime immagini mai riprese da un aereo.
Una testimonianza della Roma imperiale, con i resti delle 7 ville romane oggi interrati e non più visibili, nell’attuale Parco di Centocelle.
La parte finale del video lascia a bocca aperta.

 

News

5 giorni fa

PAC Libero
Oggi siamo andati a fare un sopralluogo lato demolitori Via Palmiro Togliatti. Oltre alla striscia taglia-fuoco non abbiamo trovato nessuna altra novita' circa la rimozione dei rifiuti combusti nel rogo del 9 luglio 2022. Quando cominceranno? ... EspandiComprimi
Commenta su Facebook

2 settimane fa

PAC Libero
Si va avanti: rimozione dei rifiuti in danno. Un altro passo, finalmente.09 Jul 11:50 - DIRE_*ROMA. MUN V, CALISTE-ANNUCCI: BENE RIMOZIONE IN DANNO RIFIUTI EX DEMOLITORI TOGLIATTI*(DIRE) Roma, 9 lug. - "Il sindaco Roberto Gualtieri, in qualità di commissario straordinario di Governo per il Giubileo, ha chiesto al Dipartimento ciclo dei rifiuti di avviare le procedure per la rimozione in danno - attraverso Ama Spa - dei rifiuti combusti e incombusti degli autodemolitori che non hanno ottemperato all’ordinanza commissariale n. 5/2022.Questo intervento, anticipato nelle scorse settimane dall’assessora Sabrina Alfonsi nel corso di una seduta della Commissione ambiente dell’Assemblea capitolina, presieduta dal consigliere Giammarco Palmieri, risulta di fondamentale importanza per l’accesso al parco di Centocelle da viale Palmiro Togliatti. Come Giunta municipale accogliamo positivamente la decisione e auspichiamo che l’iter possa essere concluso in tempi rapidi".Così in un comunicato il presidente del Municipio V, Mauro Caliste, e l’assessore all’ambiente, Edoardo Annucci. ... EspandiComprimi
Commenta su Facebook

2 settimane fa

PAC Libero
Rimozione in danno.... e andiamo avanti finalmente!Qui un aggiornamento sugli ex autodemolitori di viale Palmiro Togliatti 👇 Il sindaco Roberto Gualtieri, in qualità di commissario straordinario di Governo per il Giubileo, ha chiesto al Dipartimento ciclo dei rifiuti di avviare le procedure per la rimozione in danno - attraverso Ama Spa - dei rifiuti combusti e incombusti degli autodemolitori che non hanno ottemperato all’ordinanza commissariale n. 5/2022.Questo intervento, anticipato nelle scorse settimane dall’assessora Sabrina Alfonsi nel corso di una seduta della Commissione ambiente dell’Assemblea capitolina, presieduta dal consigliere Giammarco Palmieri, risulta di fondamentale importanza per l’accesso al parco di Centocelle da viale Palmiro Togliatti. Come Giunta municipale accogliamo positivamente la decisione e auspichiamo che l’iter possa essere concluso in tempi rapidi.Mauro Caliste, Francesco Laddaga, Estella Marino ... EspandiComprimi
Commenta su Facebook

3 settimane fa

PAC Libero
+++ SOLIDALI CON LA VERTENZA DELL'EX SNIA PUBBLICHIAMO IL COMUNICATO PER IL PRESIDIO DI DOMANI 2 LUGLIO +++*EXSNIA: IL COMUNE FERMI LE RUSPE! MARTEDI’ 2 LUGLIO ORE ORE 9 PRESIDIO ORE 18 CONFERENZA STAMPA.*Martedì 02 luglio ore 9:00, gli abitanti mobilitati dal Forum del Parco delle Energie saranno di nuovo in presidio all’interno dell’area del Lago Bullicante, ingresso Via di Portonaccio 230, per vigilare sull’ecosistema del Monumento Naturale messo in pericolo da operazioni di disboscamento previste dalla Ponente 78.Conferenza stampa indetta alle ore 18:00 in via Prenestina 73 (Parco del Torrione). I geologi Daniele Baldi e Lorenzo Manni renderanno pubblico lo studio preliminare elaborato dalla Società Italiana di Geologia Ambientale- SIGEA sulla base delle recenti perizie sui livelli di contaminazione dell'ex compendio industriale SNIA Viscosa, già consegnato al Comune. Verranno presentati i possibili interventi di Messa in Sicurezza Permanente (MISP) - da validare dopo l’esecuzione di un Piano di Caratterizzazione e di analisi approfondite - necessari per rendere l’area idonea alla destinazione a verde e servizi. Studio che confuta la narrazione che sia una spesa insostenibile da parte di Roma Capitale, quantificando anche nell’ipotesi più cautelativa, una spesa inferiore alla forchetta riportata nel corso delle audizioni in Commissione urbanistica, 3-120 M€.Verranno anche presentati gli allarmanti dati relativi allo stato di salute della popolazione del quartiere, redatti dal Dipartimento di Epidemiologia del Servizio Sanitario Regionale del Lazio. Il Monumento Naturale Lago Ex SNIA è stato istituito nel 2020 dalla Regione Lazio, per preservare l’ecosistema del lago naturale e per salvaguardare il processo di naturalizzazione in corso tra le rovine della vecchia fabbrica. La cementificazione dell’area rappresenta una reale minaccia che va scongiurata, che si tratti di un’attività produttiva o che sia uno studentato targato Sapienza. La prevenzione incendi non può essere il pretesto per l’inizio dell’edificazione.Il Forum ritiene urgentemente necessario che l’amministrazione verifichi tutti i requisiti tecnici di un intervento massivo sul verde urbano e il possesso di tutte le autorizzazioni a compiere l’abbattimento della vegetazione nell’area dell’ Ex SNIA, per lo più durante il periodo di restrizione per la norme di tutela dell’avifauna. Il Forum ritiene altresì doveroso che il Sindaco Gualtieri e gli Assessori competenti, Veloccia e Alfonsi, facendo seguito alle dichiarazioni pubbliche di contrarietà all’edificazione del polo logistico da 280.000 mc a Largo Preneste, intercedano nei confronti dei proprietari per fermare la cantierizzazione, che questa azione di disboscamento sta di fatto avviando.Il Municipio V ha richiesto da tempo l’acquisizione dell’area come verde, l’Assemblea Capitolina ha votato all’unanimità per estendere la salvaguardia ambientale all’intera area. La Giunta di Roma si deve assumere la responsabilità di salvaguardare la salute pubblica degli abitanti di questo pezzo di città pesantemente condizionata dalle infrastrutture di mobilità e dalla densità abitativa, così come intervenire urbanisticamente per la tutela della natura nel contesto urbano e l'aumento del verde procapite, per far fronte all’emergenza climatica. Realizzare un bosco urbano di due ettari e mezzo, è una scelta politica di carattere vitale a beneficio degli abitanti.Per determinare un futuro ecologico per l’EX SNIA, il Forum rivendica un progetto pubblico per pubblici bisogni. Esistono tutti i requisiti tecnici e economici, le motivazioni scientifiche ed etiche per avviare urgentemente il processo di esproprio per realizzare un grande Parco Naturalistico Archeologico. ... EspandiComprimi
Commenta su Facebook

Esposto verso i Beni Culturali, carte in mano alla Magistratura.


12 Video delle Audizioni in Commissione Trasparenza realizzati da Alessandro Moriconi.

Contatti

DOPO LA VITTORIA DELLE NON PROROGHE:
FIRMA LA SECONDA PETIZIONE ONLINE

Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sulle nostre iniziative.

 

Sostienici scaricando il nuovo Browser Brave presentato dall’inventore di Javascript  e co-fondatore di Mozilla/Firefox Brendan Eich. Molto più veloce e sicuro di Chrome, Brave tutela la tua privacy poichè non permette nativamente il tracciamento da parte dei siti che visiti.

Scaricandolo tramite questo link ci verrà donata direttamente da Brave una minima quantità di Basic Attention Token che potremo utilizzare per portare avanti la ricerca e la nostra battaglia per il PAC.

 

Ci serve il supporto di tutti, metti un like o contattaci:

facebook.com/pac.libero

pac.libero@gmail.com